Devin, il Mezz'Elfo

JDevin

Nuovo Utente
Giocatore
Utente Registrato
Messaggi
8
Reazioni
1
Punteggio
3
Nome: Devin
Età: 23
Sesso: Maschio
Razza: Mezz'elfo
Allineamento: N/B
Altezza: 175 cm
Peso: 60 Kg
Occhi: Verdi
Capelli: Biondi
Corporatura: Atletico
Segni Particolari: N/A
Origini: Città di Carasdôl, situata a sud-est del regno di Lòrien

Storia:
Nacqui da un padre Elfo ed una madre umana. Mio padre era uno dei generali dell'esercito elfico, mentre mia madre era una semplice umana, una contadina, salvata da mio padre e dai suoi uomini in una guerra contro gli orchi. Finita la guerra, mio padre si trasferì in una piccola cittadina abitata sia da elfi che da umani, a sud-est del regno di Lòrien di nome Carasdôl, dove, dopo pochi anni, nacqui io. La volontà di mio padre nell'abbandonare la via del soldato e dedicarsi completamente alla famiglia, non è stata presa molto bene nella capitale, lui era molto forte, e i soldati contavano molto su di lui. Non so dire bene il perchè, ma sembrava che la sola volontà di dedicarsi alla famiglia, non fosse l'unico motivo che l'ha spinto ad andarsene. Infatti, fin da piccolo mio padre mi ha allenato nell'arte della guerra e della sopravvivenza, insegnandomi a riuscire a sopravvivere anche solo con un coltello. Li sono molto grato per questo. Lui, ripeteva sempre la stessa frase.. "devi diventare forte, molto più forte di quanto lo sono io.. o, altrimenti, non li sconfiggerai mai". Non mi rivelò mai chi fossero queste persone o entità che avrei dovuto sconfiggere. Mentre mio padre mi allenava nell'arte della guerra, mia madre, essendo contadina, mi isegnò tutto sul cibo e su come procurarselo.. Oltre tutti i miei allenamenti, ero solito anche giocare con i bambini della mia città, ma i miei genitori, nonostante all'età di 10 anni, riuscivo già a tenere testa in uno scontro con mio padre, si preoccupavano spesso per me, come se sapessero che qualcosa di molto grave, prima o poi, sarebbe arrivata. Non ho mai capito cosa turbasse i miei genitori, e quando provavo a chiedere spiegazioni cambiavano subito argomento. Non mi preoccupai così tanto di tutto ciò, così continuai i miei allenamenti riuscendo, all'età di 23 anni, a battere un grande generale come mio padre con 2 spade di legno egli occhi bendati. Fù li che accadde tutto, era una tranquilla giornata di primavera, quando, di ritorno dal mio allenamento nei boshi, trovai la casa svaligiata. I miei genitori giacevano morti sul pavimento di casa mia, così cercai tracce su chi potesse essere stato, mi ci volle 1 ora per trovarli, erano stati degli elfi, 4 elfi ben armati, li uccisi tutti.. cercando indizi nei loro indumenti, uno di essi aveva un foglio con scritto "Uccidete il bersaglio e incontriamoci a Palder". Così dopo esser tornato a casa, aver seppellito i miei genitori, presi le mie spade e il mio arco e partii per questo continente a me sconosciuto, sperando di trovare coloro che volevano morti i miei genitori e, di fare chiarezza sulla vicenda che turbava tanto i miei genitori.
 

Axel_Night

Conoscitore del Forum
Moderatore
Premium
Giocatore
Utente Registrato
Messaggi
58
Reazioni
3
Punteggio
8
Background Accettato
RenatusWaxSealRedVersion.png
 
Top Bottom