Epistole Niflesi [3] - Costituzione Niflese-Adrestiana

Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.

Hileiodeir

Conoscitore del Forum
Moderatore
Giocatore
Utente Registrato
Messaggi
96
Reazioni
10
Punteggio
8
Buongiorno a voi, Cittadini del Regno e non, qui parla sempre il vostro Sovrano. Con questo messaggio voglio informare i presenti che nasce una nuova e rinnovata Costituzione Niflese-Adrestiana, con l'intento di garantire sicurezza e integrità nelle vite degli abitanti. Sottolineo, e lo ripeterò sempre, che sia la Città-Stato di Niflheim che il Regno di Adrestia seguono e aggiungono il regolamento del Continente Eldariano al proprio. Ribadisco inoltre che le leggi e le norme elencate qua sotto saranno sempre prone ad eventuali cambiamenti, sia nel caso di salvaguardare la libertà e i diritti dei propri Cittadini, sia nel caso le leggi del Continente cambiassero.​

Ogni trasgressione al regolamento sarà punita.

Vi lascio dunque alla lettura della nuova Costituzione Niflese-Adrestiana, che per questioni di brevità chiamerò CNA. (Da pronunciare: ci - enne - a)



Nuova Costituzione del Regno di Adrestia (CNA)

Principi Fondamentali

Parte 1 - Il Regno


1Il governo è una monarchia assoluta. Il Sovrano, detto il Sommo Monarca, governa nei limiti imposti dalla Costituzione coadiuvato dai suoi Attendenti, Ambasciatori, e Cittadini. All'interno del parlamento sono presenti, oltre al Sovrano:

1.a - La Principessa: ella non svolge compiti particolari ma prende un qualcosa da ogni singolo aspetto del Parlamento e della Monarchia in quanto diretta erede; Un ruolo onorario detenuto da zCamii.

1.b - Il Primo Attendente: Egli è colui che presiede il parlamento, gestisce tutti gli aspetti della vita quotidiana del Regno e può, grazie all'aiuto degli altri Attendenti, proporre leggi che verranno valutate e passate all'esame dal Monarca. Agisce inoltre come braccio destro del Re nel gestire situazioni difficili e può disporre del completo supporto del Monarca in persona. Il ruolo è attualmente detenuto da zZackii.

1.c - Gli Attendenti: Colui o colei che ricopre la carica di attendente è un diretto subordinato del Sovrano o della Principessa, e risponde inoltre ai comandi del Primo Attendente. Non possono esservi in qualunque momento più di 4 Attendenti, e ad oggi infatti ne sono 2: zCannolo_ e Papycoima.

1.d - Gli Ambasciatori: coloro che ricoprono uno dei ruoli più importanti in ambito politico: mantenere floride le relazioni con gli altri Regni e Città. Esistono al momento due tipi di Ambasciatori:

-L'Ambasciatore Maggiore: Carica vacante. Egli/Ella intavola relazioni diplomatiche con altri Regni, e si occupa del benessere generale del Regno e dei propri Cittadini.
-L'Ambasciatore Minore: Carica vacante. Egli/Ella partecipa alle riunioni e alle trattative di carattere internazionale, cercando di trovare dei compromessi vantaggiosi con le altre Città per quanto concerne certe questioni quali trasferimenti, alleanze, patti difensivi.

Qualora nessuno dei due ambasciatori si potesse presentare ad una riunione estera, tale mansione verrà temporaneamente affidata o al Primo Attendente, che farà le veci del Monarca, o a quest'ultimo in persona.

1.e - I Cittadini: Ebbene anche i Cittadini stessi possono influenzare il Sovrano e l'intero Parlamento nelle sue decisioni, con voti appositi raccolti attraverso dei sondaggi o dei rilevamenti su territorio nazionale. Un qualsiasi Regno o Stato non può sopravvivere senza i propri Cittadini. Per questo va data una particolare attenzione a loro in quanto forza motrice del Regno.

1.f - Entrare a far parte del Regno non ha alcun costo e nessuno chiederà mai a cittadini di versare una somma di monete in cambio della Cittadinanza. Per diventare Cittadini del Regno bisogna soddisfare una serie di requisiti di idoneità, oltre ad accettare il regolamento imposto dalla Costituzione e dal Continente Eldariano. Essi sono:

- Il tempo complessivo trascorso sul server deve essere superiore o uguale a 12 ore. Per vedere quanto tempo si è stati sul server basta controllare Impostazioni > Statistiche > Tempo Giocato, oppure chiedere a un membro dello staff.
- Aver prenotato da prima (Per prima s'intende almeno 24 ore) la domanda di Cittadinanza Adrestiana.
- Se questi primi due requisiti verranno rispettati, la domanda di Cittadinanza passerà all'esame del Monarca, della Principessa e del Primo Attendente, che giudicheranno nel complessivo la richiesta.
- Nel caso venisse accettata, il neo-Cittadino dovrà superare un periodo di prova di 1 settimana al termine del quale, se il soggetto avrà rispettato a pieno il Regolamento imposto dalla Costituzione verrà ufficializzato come Cittadino del Regno. Viceversa, ove la persona non ossequiasse perfettamente le leggi, sarà prima allontanata dal Regno, e solo successivamente potrà fare nuovamente richiesta. Questo vale per tutti, Cittadini e non.

1.g - Niflheim è la Capitale del Regno Adrestiano a seguito dell'Epistola Niflese [1]. Come Capitale s'impegna dunque a essere sempre un punto di riferimento per tutti gli altri Cittadini e per le altre Città qualora servisse.




Parte 2 - Città e Alleanze

- Un Regno non è tale senza i suoi Insediamenti. Per questo, oltre alla sopracitata Capitale Niflheim, esistono altre città facenti parte del Regno di Adrestia. In particolare esse sono:

- Kinashi
- Marezia
- Vestra
- Valdoria

Naturalmente, si contano solo gli Insediamenti con il segnalino sulla mappa, pur essendocene altri in programma.

2.a - Affinché una Città si unisca al Regno Adrestiano è importante rispettare una serie di requisiti:

- La fondazione della città deve essere autorizzata dal Sovrano. (Se l'idea è di un membro interno al Regno s'intende, altrimenti s'ignori questo passaggio)
- La città in questione deve avere un segnalino sulla mappa. (Se essa è stata fondata da un individuo non affiliato in alcun modo col Regno.)
Per avere il segnalino sulla mappa, bisogna avere nella propria città almeno 5 degli edifici descritti in questo post: https://forum.eldaria.it/showthread.php?tid=34
- Dopo uno scambio reciproco di carte e un giuramento da parte del Sovrano e del Capo della Città in questione, avrà luogo il passaggio del suddetto Insediamento al Regno di Adrestia. Di conseguenza, i cittadini già stabilitisi all'interno della Città diverranno anche Cittadini Adrestiani.
- Naturalmente va da sé che qualunque città entri nel Regno s'impegni a rispettare la sua Costituzione e si prodighi nell'espansione dell'Insediamento.

2.b - Tra ogni città del Regno vige un patto automatico di apertura dei confini: ogni Cittadino del Regno può entrare in tutte le città. Non può tuttavia utilizzare le farm presenti all'interno delle suddette città se non i campi, ripiantando sempre e obbligatoriamente pena l'espulsione dal Regno e provvedimenti da parte dello Staff.

2.c - Il Regno si proclama neutrale dinanzi a ogni ostilità. Le morali Adrestiane ci impongono uno scrupoloso raziocinio e un'attenta osservanza di eventuali tensioni all'interno del Continente, motivo per cui agiamo anche come intermediari in un certo senso. Il nostro strumento principale non è la lama, ma la pace, per cui ripudiamo ogni forma di guerra, se non in caso di estrema e assoluta necessità.

2.d - Ogni abitante delle città del Regno può fare numero per quanto concerne gli abitanti di un Nuovo Insediamento.

2.e - Deve essere inequivocabile un atteggiamento di rispetto nei confronti degli altri Regni, Città, Alleanze e Federazioni presenti sul Continente. Precisiamo inoltre che ci dissociamo da proclami falsi da o contro il Regno, le sue Città, e i suoi Cittadini.

2.f - Ogni Cittadino che entra nel Regno si impegna a rispettare sempre il regolamento della Città ospitante, e qualora non vi fosse, si impegna a rispettare in primis quello della Costituzione. È lampante inoltre che il Cittadino in questione accetti il Regolamento Eldariano. Stessa analogia per le Città, pena l'esclusione temporanea o permanente dal Regno. Essi inoltre s'impegnano a rispettare il regolamento delle varie Alleanze e Leghe a cui partecipa il Regno, nonché i patti stipulati durante accordi di vario tipo.

2.g - Il Regno di Adrestia è sempre alla ricerca di nuovi accordi, trattati, e scambi commerciali vantaggiosi per entrambe le parti. Esso crede fermamente nella diplomazia tra le città e ha fiducia nel progresso e nella pace del Continente.

2.h - A seguito di un voto unanime da parte del Consiglio dei Lord, il Regno entra a far parte della Lega del Sud. Esso si impegna dunque a rispettare il regolamento della Lega e a collaborare con impegno e chiarezza per perseguire gli obiettivi scelti da quest'ultima.




Parte 3 - Economia e Farm

3 - Il Regno favorisce lo sviluppo dell'economia, accoglie tutte le imprese e le aziende che vogliono investire nei territori del Regno, e approva la costruzione di farm per soddisfare tutti i bisogni e le richieste dei Cittadini.

3.a - Ogni Cittadino può, in generale,  utilizzare solo ed esclusivamente le farm presenti all'interno della propria Città, pena sanzioni quali multe o temporaneo allontanamento dal Regno. Soltanto tramite un'autorizzazione speciale conferita dal Monarca è possibile accedere alle farm di altre Città del Regno.

3.b - Ogni Azienda o Impresa che si stabilisce all'interno dei Confini del Reame è tenuta a condividere il 10% dei suoi profitti con il Regno. I Cittadini che agiscono privatamente invece non vengono tassati dal Regno.

3.c - È severamente vietato svuotare completamente le farm se non espressamente richiesto dal Sovrano. Una parte dei prodotti delle farm verrà resa disponibile ai Cittadini, mentre l'altra sarà ad utilizzo esclusivo del Regno e del Monarca.

3.d - La maggior parte delle merci prodotte dal Regno, e dalla Capitale in particolare, verranno messe in vendita al Mercato dei Knarr ad Andorhall.

3.e - Il Regno offre sempre possibilità di lavoro ai propri Cittadini e ad enti esterni, e qualora non vi fossero, verrà dichiarata una condizione di prosperità completa, fino a quando non vi saranno altre mansioni.




Parte 4 - Infrastrutture e Regolamento Interno

4 - Il Regno è sempre in costante crescita, ma non può espandersi senza le infrastrutture adatte. Motivo per cui va data una certa importanza a quest'ultime e al regolamento da osservare inerente al loro utilizzo.

4.a - Ogni casa all'interno del Regno è gratuita. Ai Cittadini non verrà mai  chiesta una quota da versare per la propria casa, a meno che il regolamento della Città Ospitante non preveda il contrario.

4.a.1 - È possibile costruire un seminterrato nella propria casa, a patto che non si superino i confini della propria abitazione, e soprattutto non si scavi oltre un certo livello, che verrà imposto dalla Città Ospitante (Nel caso di Niflheim, non oltre il livello Y=52 onde evitare collisioni con la zona farm piccole).

4.b - Ogni ufficio/locale per le aziende prevede una tariffa secca che varia in base alla grandezza e superficie di quest'ultimo:

- Un importo di 5 Lire, se l'ufficio in questione ha una superficie minore di 81 blocchi (9 x 9).
- Un importo di 10 Lire, se esso invece supera la quota di 81 blocchi di superficie.

Naturalmente preciso che un ufficio/locale può anche essere regalato dal Regno e/o dalla Città Ospitante, qualora lo decidesse il Monarca, per incentivare lo sviluppo di un'azienda o nel caso di eventi straordinari. Se l'ufficio in questione viene invece edificato nella propria abitazione non bisognerà pagare nessuna quota.

4.b.2 - Le Bancarelle dell'Arena Ferox di Niflheim(Quando non ci sono partite) e del Mercato Cittadino Niflese sono gratis a prescindere, a patto che il 10% dei ricavi ottenuti da quest'ultime venga condiviso con il Regno.

4[size=small].c - All'interno del Regno non è autorizzato nessun tipo di atteggiamento discriminatorio nei confronti degli altri Cittadini. Ciò significa no grief e no furti ai danni di altri Cittadini, e soprattutto no PvP, a meno che non sia consensuale.[/size]

4.d - All'interno dei territori del Regno, Città e non, è applicabile la legittima difesa da parte del Sovrano e dei Cittadini nel seguente caso, e soltanto dopo un numero di richiami non inferiore a 3 :

- Entra nei territori del Reame un estraneo: se esso si appresta a dare fastidio ai Cittadini o ad altri Giocatori in generale, verrà prima richiamato, e successivamente scortato o ai confini o all'uscita dal luogo in questione (Se il tutto avviene in una città, verrà scortato al Portale del Nether). Qualora il soggetto dovesse rifiutarsi esplicitamente di interrompere le proprie azioni o continuasse a perturbare lo stato di quiete generale all'interno del luogo, potrà essere punito con la morte.

Naturalmente è consigliabile sempre contattare un membro dello Staff onde evitare equivoci e passare dalla parte del torto.




Questa è la nuova e rinnovata Costituzione Niflese-Adrestiana, aggiornata in data odierna 28/04/2020, pronta a decisive e rapide modifiche come specificato all'inizio del post. Grazie per l'attenzione e buon proseguimento.

Firmato,
Il Sommo Monarca Hileiodeir
 
Stato
Discussione chiusa ad ulteriori risposte.
Top Bottom